Lezioni semiserie di codicologia – 5

Gen 29

Lezioni semiserie di codicologia – 5

 

Siamo giunti all’ultima puntata e al momento della legatura del libro.

Oggi la copertina viene scelta dall’editore ed è tra gli elementi più importanti per rendere accatticopertinazulloalbertinevante e/o significativo un libro rispetto a un altro. E’ un momento di alta creatività non solo artistico-estetica, ma anche d’arte pubblicitaria, in senso lato.

Nel medioevo e nei secoli successivi, i libri uscivano dalle mani di copisti e stampatori quasi ‘nudi’. I fascicoli erano cuciti fra loro e spesso erano rivestiti solo da una coperta in pergamena, non particolarmente curata, perché non si rovinassero.

In seguito, arrivava il momento della donazione o dell’acquisto ed ecco che, finalmente, i libri potevano avere l’occasione di un abito migliore. A dire il vero, questo non accadeva sempre, e spesso non subito, perché l’operazione dipendeva dalle risorse del compratore e dall’uso che ne avrebbe fatto, però finire tra le mani del legatore doveva certo essere un bel momento.

cuciturafascicoli

 

cucitura fascicoliIl legatore assicurava i fascicoli alla legatura con i nervi, che erano formati da una correggia animale o vegetale attorno a cui si attorcigliano i fili di cucitura. Fissati ai piatti, ne assicurava l’unione con il corpo del libro. Il rinforzo cucito alle due estremità del dorso si chiama capitello. capitello

Le legature potevano essere sostenute da assi di legno o piatti di cartone e rivestite in pergamena, cuoio, tessuto, carta.

Le coperte venivano a volte decorate, impresse a secco o con l’apposizione di oggetti preziosi, a seconda della destinazione, ma anche della tradizione artigianale del luogo o dell’artista che veniva coinvolto nell’operazione.ferri per incisioni legature

Poiché per un lungo periodo i libri venivano conservati poggiati uno sull’altro, venivano applicati degli elementi metallici, le borchie, che lasciavano un po’ di spazio tra i libri così che non si rovinassero. Alcuni libri presentavano dei cantonali, rinforzi agli angoli fatti in metallo o in altro materiale e infine spesso venivano chiusi e protetti da graffe e contrograffe o da bindelle in pergamena allumata, in stoffa.

guardieLa legatura, quindi, veniva completata da fogli di guardia messi a protezione dei primi fogli del libro.

 

 

 

Ed ecco a voi, in poche, incomplete, parole la costruzione di un libro di epoca medievale.

Spero che, seppur breve, comunque che sia stato per tutti un bel viaggio in un mondo nuovo.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *