Le edizioni antiche di Bernardino Telesio

Set 03

Le edizioni antiche di Bernardino Telesio

È stato un lavoro faticoso, denso di insidie e di difficoltà, come fosse un’esplorazione, e forse lo è stata, un’avventurosa esplorazione. È stato un lavoro impegnativo, affascinante, di grandi potenzialità scientifiche.

È stato un lavoro umanamente vario, nel bene e nel male, ricco di incontri piacevoli e altri, pochi, deludenti. È stato un lavoro che ha offerto insuperabili opportunità di conoscenza.

È stato un lavoro che ha fatto collaborare tra loro personalità diverse, ma tese nella stessa direzione, verso lo stesso obiettivo, ciò che ha permesso di superare gli inevitabili contrasti per trasformarli in dialettica costruttiva.

Ed è stato portato a conclusione.

“Non sono molti gli autori la cui opera sia stata oggetto in Italia di una bibliografia esaustiva e analitica come questa, allestita in pochi anni di intensissimo lavoro da Giliola Barbero e Adriana Paolini” (dalla Presentazione di Angela Nuovo)

Il libro su “Le edizioni antiche di Bernardino Telesio. Censimento e storia” è stato pubblicato nell’agosto di quest’anno dalla prestigiosa casa editrice Les Belles Lettres di Parigi, all’interno della collana “Collection Giordano Bruno” e pubblicato sotto il patronato dell’Istituto italiano per gli studi filosofici e dal Centro Internazionale di studi telesiani, bruniani e campanelliani “A. Segonds – G. Aquilecchia”.

Il progetto è stato voluto e supervisionato da Nuccio Ordine, con la collaborazione di Roberto Bondì, ed è stato reso possibile dalla Fondazione Carical di Cosenza, oltre che dalla Regione Calabria e dal Comune di Cosenza.

L’impresa ha portato chi scrive e Giliola Barbero, docente dell’Università Cattolica di Milano, a entrare in un mondo bibliografico dalle molte sorprese. Abbiamo individuato 718 esemplari delle opere di Telesio e di questi 543 sono quelli che abbiamo analizzato autopticamente.

Coloro che vorranno affrontare la lettura e la consultazione di questo volume ponderoso troveranno non solo una breve descrizione di ogni esemplare, ma anche la storia di chi lo possedette, lo studiò o solo lo lesse (o non lo lesse e perché).

Dell’opera di Telesio e delle ‘novità’ portate da uno studio non solo filosofico ma anche bibliografico (ché, non sempre risulta ovvio, ma sono spesso i libri a rendere possibile la circolazione delle idee), si potrà leggere nella lunga introduzione che precede le schede.

E poiché in questo breve intervento desidero solo presentarvi il libro, per tornare in altri momenti a raccontarvi più approfonditamente la storia di alcuni esemplari, ma anche le nostre avventure alla ricerca di Telesio

Ecco a voi

Giliola Barbero, Adriana Paolini, Le edizioni antiche di Bernardino Telesio. Censimento e storia, Paris, Les Belles Lettres, 2017 (Collection Giordano Bruno. Documents /essais, V)

 

Rispondi