Tararì Tararera di Emanuela Bussolati

Mag 27

A leggere questo libro ci si diverte moltissimo. Tanto per cominciare è in lingua piripù, e questo ci permette di espandere i nostri orizzonti linguistici, e poi è una storia molto carina da leggere ai bambini. Non sapete che cos’è la lingua piripù? In effetti non esiste. È una sorta di gramelot, di suoni, di onomatopee, di parole inventate che diventano una storia quando qualcuno si mette in gioco e la legge. E mica si divertono solo i bambini piccoli, anche i più grandi. Quando comincio a leggere “Tararì Tararera … sesa terù di Piripù” ho intorno a me solo occhi stupiti e se sono fortunata, anche bocche spalancate che poi si ricompongono in un grande sorriso. Tutti seguono la storia ascoltando e guardando le belle illustrazioni. Ridono quando Piripù cade e si inteneriscono quando l’elefante-gonende lo culla per tranquillizzarlo. Sono contenti quando Piripù trova la sua famiglia e non possono fare a meno di ridere sollevati quando la mamma lo sgrida e poi lo abbraccia.

Insomma, una storia semplice ma di grande bellezza. La bellezza della voce, dei gesti e degli sguardi che vengono usati per giocare e coinvolgere i bambini. E per farsi coinvolgere e per inventarsi lettori in lingua piripù. Una lingua che unisce grandi e piccoli con una forza incomparabile.

 

Emanuela Bussolati, Tararì Tararera, Milano, Carthusia 2009

5 comments

  1. Carlo /

    taripì taratà ueppalì ueppalà! Com’è la pronuncia?

    • quella che vuoi tu! è una delle sorprese della lingua piripù: funzionano gli accenti di tutti.
      tanto tutti ti capiscono..

  2. Margherita /

    Ho avuto il piacere di vedere all’opera Emanuela Bussolati a “Più libri più liberi” nel 2010 proprio con questo libro e tanti tanti bambini.
    Uno spasso!

  3. Io ho conosciuto il libro ad un corso di aggiornamento a Bomporto di Modena (grande comune che punta sugli insegnanti!!!) grazie ad un’altra partecipante al corso, me ne sono innamorata!!!!!!!!!!!

    • Avrete senz’altro visto anche la seconda storia in lingua piripù, Bada Bùm. L’avventura di Piripù Bibi va avanti, ma io sono rimasta molto affezionata al primo…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *