Tutti mi sgridano. Allora, oggi, autopromozione…

Nov 13

Tutti mi sgridano. Allora, oggi, autopromozione…

Oggi, ‘autopromozione’.

Mi perdoneranno i fedeli lettori, che sanno che faccio fatica a ‘promuovermi’ con certa sfrontatezza (ammetterete che sono molto discreta, o no?!), ma alcuni eventi mi hanno spinto a questa decisione.

Sono stata sgridata, sì, da tante persone.

Mi ha sgridato l’editrice, perché, seppur fiera del suo prodotto, mi dice che i libri si vendono poco.

Mi hanno sgridato mia madre e alcuni amici che vorrebbero regalare i miei libri ma non li trovano in libreria.

Mi hanno sgridato insegnanti e bibliotecari cui servirebbero libri così ma non sanno che esistono se non quando li mostro.

Mi hanno sgridato gli appassionati perché mai avrebbero pensato che potessero esistere libri di tal fatta se non quando gliene ho parlato.

Insomma, mi sgridano e nessuno fa niente.

Allora ho deciso di farmi un po’  di autopromozione e di infastidire gli amici virtuali e di carne di fb e di linkedin, quelli che leggono il blog e stavolta faccio anche un giro nella mailing list. Chiunque desiderasse esprimere un parere, può liberamente farlo sul blog.

Per avere un po’ (più) di faccia tosta, butterò giù un grog (questione di temperature) e vi parlerò dei tre libri sulla storia del libro e della scrittura dedicati ai ragazzi. Di nuovo? Direte. Sì, perché non solo mi sgridano, ma anche perché un ripassino fa sempre bene.

kuta-copertina
Sto parlando dei libri editi da Carthusia: Adriana Paolini – Roberto Piumini – Monica Zani, L’Invenzione di Kuta. La scrittura e la storia del libro manoscritto, Milano, Carthusia edizioni, 2009 (Racconti con le ali, 7); Beatrice Masini, Adriana Paolini, Roberto Piumini, Che rivoluzione! La stampa dei libri da Gutenberg agli ebook, Milano, Carthusia edizioni, 2010 (Racconti con le ali, 8);  Adriana Paolini, Roberto Piumini, Monica Zani, Datemi una penna. Le scritture a mano dopo l’invenzione della stampa, Milano, Carthusia edizioni, 2015 (Racconti con le ali, 13) (selezionato al Premio Bancarellino 2016).

Continua a leggere...

Le biblioteche scolastiche. Intervista con Alessandra Carrara

Set 25

Le biblioteche scolastiche. Intervista con Alessandra Carrara

Vi presento Alessandra Carrara

Bibliotecaria da 20 anni presso l’Istituto comprensivo Bolzano 6 (Scuola secondaria di primo grado “Ugo Foscolo”e  scuola primaria  “Alessandro Manzoni”), è il faro e il punto di riferimento di ogni insegnante e di ogni studente, non solo per la sua umana simpatia, ma anche per la sua effervescenza nel proporre, aggiornare, stimolare e soprattutto concretizzare un notevole numero di progetti legati ai libri.

 

alessandraL’Alto Adige è un’isola felice per le biblioteche scolastiche, grazie alla legge entrata in vigore oltre vent’anni fa. Qual è la situazione ora, dopo tanti anni?

La situazione è senz’altro positiva: avere una normativa che regola l’attività di una biblioteca in ambito scolastico ha fatto sì che le biblioteche si sviluppassero sino a fungere da centro informativo della scuola, a supporto dell’attività didattica, ma anche permesso di creare le premesse per fare degli alunni dei fruitori di biblioteche. Inutile dire che potrebbero essere fatti ulteriori miglioramenti. Solo per fare un esempio: è vero che ci sono le biblioteche scolastiche ma i bibliotecari sono pochi, non tutte le scuole hanno una biblioteca e un bibliotecario, spesso un bibliotecario è in servizio su  più sedi, a volte è coadiuvato da insegnanti distaccati o volenterosi, o personale amministrativo della scuola. Insomma, la situazione è ancora molto fluida.

Continua a leggere...

‘Turnè’ 3: il DUP alla Fiera di Torino!

Mag 15

‘Turnè’ 3: il DUP alla Fiera di Torino!

Il terzo post della serie è interamente occupato da un solenne annuncio…

 

Siete tutti invitati alla presentazione di 

‘DATEMI UNA PENNA. SCRITTURE A MANO DOPO L’INVENZIONE DELLA STAMPA’, DI ADRIANA PAOLINI, ROBERTO PIUMINI, MONICA ZANI

SABATO 16 MAGGIO

ORE 16.45

PRESSO IL BOOKSTOCK VILLAGE / LABORATORIO SCIENZE E SAPERI, NEL CORSO DELL’INCONTRO “CARTHUSIA: GRANDI AUTORI PER GRANDI TEMI”

VENITE TUTTI!

P.S. Non so se anch’io sia considerata tra i grandi autori, visto che ci saranno anche Beatrice Masini e Roberto Piumini, ma dal momento che nessuno ha specificato, faccio finta di niente… quindi fatelo anche voi, e correte a trovarmi a Torino e, soprattutto, a leggere il libro!

 

Continua a leggere...

‘Turnè’ 1: Cosenza

Mag 13

‘Turnè’ 1: Cosenza

Eccomi di ritorno dopo tre settimane in giro per l’Italia per studi, incontri e laboratori…

Sono volata a Palermo, quindi sono risalita fino a Cosenza. Una brevissima pausa a casa e poi sono di nuova partita per l’Umbria.

Tanto per cominciare, nel post ‘Turnè 1’ ho pensato di raccontarvi lo speciale incontro di Cosenza.

La biblioteca civica di Cosenza, della quale mi pregio di essere membro del comitato scientifico, desidera tornare, dopo anni di problemi di varia natura, a essere una componente importante della città. E giustamente, direi, considerando anche la ricchezza del suo patrimonio.

Per questo, e tra le diverse iniziative di riorganizzazione e di valorizzazione, la direttrice e il comitato hanno voluto proporre uno dei miei laboratori, in occasione della mia presenza in Calabria per studi telesiani.

Ho incontrato, dunque, una classe di terza elementare di bambini molto curiosi e simpatici, con una maestra davvero in gamba. Con loro ho chiacchierato di libri per ragazzi nella storia. Lo so, lo faccio ogni volta che posso. Ma che posso farci?! È uno dei miei argomenti preferiti!

E poi ai bambini piace e così ci divertiamo tutti.

Alla fine della chiacchierata, abbiamo guardato i libri della biblioteca, che possiede uno straordinario fondo antico, in attesa di essere valorizzato.

Non potete immaginare quante domande e curiosità! È stata anche l’occasione per vedere parte dei libri per ragazzi del fondo ottocentesco che arricchisce il patrimonio. I bambini sono andati via già pronti a tornare con i loro genitori per prendere altri libri da leggere e da raccontare.

Spero di avere l’opportunità di tornare, ma mi auguro soprattutto che il mio laboratorio, come gli altri progetti che si stanno costruendo, sia solo l’inizio di un percorso che porti Cosenza a essere orgogliosa della propria biblioteca e a viverla come è giusto e come è meglio.

Continua a leggere...

DUP DUP… chi è? Sono io

Mar 27

DUP DUP… chi è? Sono io

Sono tornata.

Nonostante le roboanti dichiarazioni di intenti in occasione del nuovo abitino rosso del blog, la lotta per la sopravvivenza e non solo quella, mi hanno impedito di dedicarmi con calma e serenità alla mia discreta conversazione virtuale con voi su libri e storie.

Ma sono di nuovo qui, ed è il ‘… non solo quella’ che avete letto tra le motivazioni dell’assenza, l’oggetto del mio post, oggi.

Prima di Natale, infatti, si è creata la possibilità, inaspettatamente, di riprendere in mano un antico progetto e di dargli vita, con la pubblicazione nientepopodimeno che del terzo volume dedicato alla storia della scrittura e rivolto ai ragazzi.

Dopo l’Invenzione di Kuta e Che rivoluzione, ecco a voi (rullo di tamburi..) DATEMI UNA PENNA! Familiarmente, il DUP….

Grazie all’intervento dell’Archivio provinciale della Provincia autonoma di Trento, e con i tipi (anche se dovrei dire con le ’tipe’) di Carthusia, il libro ritrova di nuovo insieme l’illustratrice Monica Zani, il poeta Roberto Piumini, e me, che sono molto poco, nel confronto, ma che in realtà sono la donnina più soddisfatta del mondo, visto che sono riuscita a portare a termine l’intero mio progetto.

L’argomento di questo volumetto sarà la scrittura a mano dopo l’invenzione della stampa. Si leggerà di scritture popolari, di autobiografie, ma anche di scritture di donne e di bambini, dal Cinquecento a oggi.

Lo trovo un argomento affascinante, che se da un lato ci aiuta a capire alcuni dei perché dei nostri rapporti, spesso conflittuali, con scrittura e lettura, dall’altro dovrebbe renderci consapevoli di una nostra ‘fortuna’ e di un nostro talento.

Il malloppo, corredato dalle immagini richieste e ottenute da archivi e biblioteche trentini, ma anche di altri istituti di conservazione italiani, dagli Archivi di Stato di Roma e Perugia, alla Biblioteca Casanatense, all’Archivio della Reale Casa dell’Annunziata di Napoli, alla Biblioteca Nazionale di Firenze, solo per citarne alcuni, è stato consegnato qualche giorno fa, dopo un intenso lavoro non solo di ricerca e scrittura, ma anche di revisione e discussione con la bravissima editor di Carthusia Silvia Marelli e la straordinaria grafica Elisa Galli.

Il libro uscirà alla fine di aprile e verrà presentato alla Fiera di libro di Torino.

Sono contenta, ma sarebbe meglio se arrivassero i vostri in bocca al lupo, imbocca il lupo, ma anche gli auspici con i toni più ‘vivaci’ andranno bene…

Continua a leggere...