Scripty Manent e la scritta misteriosa 8

Lug 24

Ultima puntata dell’anteprima mondiale che ha visto Scripty Manent, l’avventurosa studiosa della scrittura, e la sua amica Priscilla Verbavola alle prese con il terribile professor Giocondor.

Quanto vi è piaciuto questo giochetto? Usate gli spazi dedicati nel blog per dirmelo… Se non vi è piaciuto, siate comunque gentili, sono una persona sensibile ed emotiva…

È FINITA! O NO?

 

Scripty Manent <scripty@midiverto.com>

A

Priscilla Verbavola <prilli@midivertoanchio.com>

Oggetto: non immagini nemmeno

Che faccia ha fatto Giocondor quando è arrivato il mio turno. Prima era tutto sorridente e compiaciuto e io ho cominciato a parlare di questo testo nuovo, che il professor Giocondor tanto generosamente mi aveva segnalato. Quindi ho raccontato di una scrittura mai studiata prima ma che purtroppo non c’era più l’originale ma avevamo una foto, bla bla. Poi ho continuato a parlare delle scritture, della forma delle lettere e di chi scriveva in quella maniera… Insomma, ero molto seria con il mio discorso scritto e le immagini che proiettavo sullo schermo.

All’improvviso, è apparsa la foto di una pianta di cacao e Giocondor è impallidito. Ho cominciato a raccontare la storia della cioccolata fino a concludere che quello scritto era un falso! La sua faccia è passata dal rosso al viola al verde, poi è diventata grigia, ma quello perché credo che stesse soffocando per via di un cioccolatino che aveva appena messo in bocca.

Insomma, è stato un trionfo per me e una sconfitta cocentissima per lui. Se l’è meritato.

 

Priscilla Verbavola <prilli@midivertoanchio.com>

A

Scripty Manent <scripty@midiverto.com>

Oggetto: ben fatto

Brava, così impara. Vedrai che sparirà dalla circolazione per un bel pezzo.

E adesso di che cosa ti occuperai?

 

Scripty Manent <scripty@midiverto.com>

A

Priscilla Verbavola <prilli@midivertoanchio.com>

Oggetto: sono indecisa

Mi piacerebbe studiare le scritture moderne per raccontare ai bambini e ai ragazzi la vita e le storie di altre persone non troppo lontane nel tempo. Oppure lavorare sulle scritture sui muri, ma quelle vere. Sto aspettando la risposta di una maestra per fare un laboratorio insieme a lei sui codici segreti. Non hai idea di quante persone usavano fin dalle epoche più antiche messaggi cifrati per scambiarsi informazioni. Ho scoperto che anche i mendicanti usavano un codice. Pare lo facessero almeno fino al 1930 per lasciare messaggi utili ai ‘colleghi’: un ∆ con le braccine indicava un uomo armato, un ◊ stava per ‘posto umido’, meglio non fermarsi a dormire…. Aspetta che (a proposito di simboli) vedo il segnale di una mail in arrivo… tra poco torno…

 

Professor Giocondor <gioco@arruffo.com>

A

Scripty Manent <scripty@midiverto.com>

Oggetto: sorpresa!

Cara cara Scripty,

complimenti! Mi è proprio piaciuto il tuo intervento. Sapevo di aver scelto la persona giusta. Del resto, che io sia un uomo con una sublime sensibilità è noto a tutti.

Avrei qui un altro testo trovato in un modo fortuito e rocambolesco che mi piacerebbe sottoporti….

 

2 comments

  1. Sonia /

    Come “ultima puntata” del mio romanzo epistolare preferito in questa piovosa e inconcludente estate, ma stiamo scherzando? Non si illudono/disilludono così i propri lettori. E poi io cosa leggo nei prossimi giorni mentre faccio merenda? Miiiinimo si richiede la pubblicazione di una cinquantina di altre puntate. La tua affezionata lettrice perugina

    • Carissima Lettrice Perugina, cui sono tanto affezionata, dopo cinquanta puntate di queste cosarelle, mi verresti a cercare per farmi smettere! Ma prometto che inventerò qualcos’altro per accompagnarti nelle tue merende. Questo ‘gioco’ di Scripty Manent è nato in occasione della pubblicazione di un libro per ragazzi dedicato alla scrittura a mano dopo l’invenzione della stampa, che avevo intitolato “Datemi una penna”, praticamente il ‘sequel’ dell’Invenzione di Kuta e di Che rivoluzione! Purtroppo le istituzioni che avrebbero dovuto accompagnare me e l’editore Carthusia in questo nuovo progetto si sono tirate indietro a causa dei tagli ai loro budget e quindi niente libro.. Noi però siamo pronte e alla prima occasione pubblicheremo, e intanto, Scripty vive e lotta insieme a noi… Grazie

Rispondi