Didattica

PERCORSI DI STORIA DEL LIBRO E STORIA DELLA SCRITTURA

Il modo di comunicare attraverso la propria scrittura cambia attraverso i secoli, così come cambia nel corso della propria vita, a mano a mano che si acquisiscono capacità e conoscenze.

Da sempre l’uomo ha sperimentato il modo più efficace per comunicare con la scrittura, cercando i segni giusti e i materiali adatti per costruire i suoi libri. Era importante che ogni elemento avesse uno scopo: la forma, le dimensioni, la scrittura, e anche le illustrazioni. Per questo chi scriveva l’opera lavorava insieme a chi costruiva il libro, come oggi, per portare a termine il progetto comune, e con attenzione ai lettori, che erano e sono di gusti e di esigenze differenti.
La stampa, poi, ha aperto nuove strade, anzi le ha moltiplicate e ha semplificato lo scorrere delle idee, rendendole più forti. Il libro è stato considerato anche come un oggetto da rispettare o perfino da venerare, contenitore di parole capaci di influenzare la vita di chi le leggeva. Molti libri furono stampati e molti bruciati per questo motivo. E oggi, dove ci portano i libri? E noi, dove li portiamo?

Si propongono alcuni percorsi, adattati naturalmente alle diverse età, con laboratori legati a singoli temi. Per ogni laboratorio, della durata di almeno 2 ore ciascuno e destinato a classi con massimo 25 studenti, sono previsti un momento di introduzione storica e uno di attività pratica. Gli insegnanti potranno scegliere di partecipare all’intero percorso o a un solo laboratorio, ma anche di chiedere altri incontri di approfondimento rispetto a quelli suggeriti.

Nel corso degli incontri sono utilizzate immagini che accompagnano alla scoperta di chi scrive, di chi legge; di cosa si legge e si scrive, e, soprattutto, perché; la possibilità, inoltre, di vedere e toccare alcuni materiali scrittorii renderà più suggestiva la scoperta di questo ‘mondo’ speciale.

  • Segni e scritture: dall’età preistorica all’epoca greco-romana.
  • Medioevo e Rinascimento: chi scrive e chi legge.
  • Da Pierino Porcospino a Harry Potter (passando per Pinocchio). La storia del libro attraverso i libri per ragazzi
  • Libro antico e libro moderno: la circolazione delle idee fra librai ed editori.
  • Quante scritture! La scrittura nel Medioevo tra geografia e pubblico
  • Testo e immagine. L’armonia tra scrittura e illustrazione nelle pagine dei libri dal mondo antico a oggi.
  • Scritture moderne. Le scritture dopo l’invenzione della stampa diventano più legate alle esigenze personali: chi scrive, come si scrive, in che lingua. E oggi? (consigliabile in un percorso di più incontri perché il laboratorio prevede la raccolta di materiale che deve essere preparato in precedenza)

Qualora si decidesse per un percorso che preveda più incontri, è possibile dedicare l’ultimo all’organizzazione di una mostra in cui i bambini e i ragazzi potranno esporre i loro manufatti.

Rispondi