Chi sono

Una immagine di me

Mi chiamo Adriana Paolini. Le persone che mi stanno più vicine mi chiamano mamma, Adri, papposilla, alcuni mi chiamano, ironicamente, ma affettuosamente, Paolini, altri Madama Codicò.

Sono nata al mare, a Pescara, e vivo in montagna, a Trento.

Da molti anni lavoro con i libri antichi e i manoscritti medievali e moderni: li studio, li catalogo, li insegno.

Sono affascinata dai libri, antichi e moderni, dalle storie che ci sono dentro e intorno e dalle persone che se ne occupano. Mi piace condividere questa mia passione con grandi e piccoli, lo faccio proponendo corsi, laboratori, incontri, ma anche chiacchierate e giochi.

Ho un contratto di docenza in Università, a Trento, per insegnare codicologia, lo studio dei manoscritti antichi, ma curo incontri sulla storia del libro e della scrittura anche presso le biblioteche e le scuole di ogni ordine e grado.

Lavoro spesso con bambini e ragazzi. Li intrattengo su questi argomenti e insieme a loro mi diverto moltissimo. Ciò che mi ha spinto a cominciare è l’aver pensato che tenere solo per me, e rivolgere a pochi, la consapevolezza della bellezza e della ricchezza culturale dei libri antichi fosse un vero peccato. Condivisi con chi non li conosce o li conosce poco, anche i libri antichi diventano una possibilità di crescita da non sottovalutare. L’importante è imparare a fare le domande giuste…

Ho deciso di dedicarmi a questo blog perché mio fratello, Carlo Paolini, mi ha praticamente costretto, ma anche perché desidero conoscere e farmi conoscere.

Credo molto nel valore dello scambio, di idee, di interessi, di competenze, di informazioni. E dello scambio voglio condividere anche il piacere, la curiosità e la capacità di mettersi in gioco, cosa che faccio ogni giorno.
Ché io mi diverto solo così.

Vuoi leggere tutto il mio curriculum? Eccolo qui: leggi il Paolini_cveu_maggio2017

Yes, this is who I am.

My name is Adriana Paolini. People who are close to me love to call me mamy, Adri, and with a lot of funny names. Other people call me, ironically but affectionately, Paolini, or Madame Codicò…

I was born in Pescara, Abruzzo, near the sea and I live in the mountains, in Trento (Trentino Alto Adige). Abruzzo and Trentino Alto Adige are two regions of Italy.

I’ve been working on rare books and manuscripts for several years, studying, cataloguing and teaching them.

I am really fascinated by books, both ancient and modern, by the stories which are inside, and around them, as well as by people who have cared and care of them today. I love sharing my passion with children and adults, and I do it by designing workshop, courses and offering ‘chats’ and games, too.

I have been lecturing on codicology, the science that studies the ancient and medieval manuscripts, for several years at the University of Trento (Italia), but I also enjoy designing workshops about the history of books and of writing in Italian libraries and schools. I have been working with children and young adults. I keep telling them stories about these topics and I enjoy working with them very much.

I have always thought that it’s very important to share the beauty and the cultural richness of rare books with other people, especially with those who don’t know them and who think that rare books are very far from us and from our life, because this is simply not true.

Transmitting an awareness of the importance of writing and of books is quite a challenge, but I think that it is a real occasion to grow. The most important thing is to learn to ask the right questions to approach them.

I owe it to my brother, Carlo Paolini, if I have finally devoted some attention to my blog, as I like to establish new contacts and tell people about what I do.

I believe in the exchange of ideas, of interests, of professional competences, of information. I’d like to share also the pleasure of this exchange, the curiosity and the willingness to get involved, which is my favourite activity every day.

And that’s the only way I like it.

 

2 comments

  1. Giovanna Corradi /

    ho partecipato al suo ultimo corso “Lettura e scrittura.Esercizi di medioevo”,che ho trovato molto interessante e divulgativo di una materia che ritenevo riservata a pochi eletti.La ringrazio per la chiarezza e per la semplificazione di questo dotto mondo antico che altrimenti va dimenticato.Grazie in particolare per la valorizzazione del patrimonio trentino.
    Ho già letto il suo ultimo libro e mi informerò sull’argomento in base alle indicazioni da lei date.Anche se siamo nell’era di internet,il libro non va perduto,ma valorizzato,parola di bibliofila!
    Giovanna Corradi

    • La ringrazio moltissimo per le sue parole. Credo molto nella condivisione del sapere, nello scambio con chi ha passione e curiosità, o nel coinvolgimento di chi è lontano da certi argomenti perché non sa che sono sempre nostri, anche se antichi. Internet o meno, i libri sono un veicolo di idee, immagini, conoscenze, parole ed emozioni, soprattutto, e credo debbano essere valorizzati in ogni forma. Grazie

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *