Scripty in archivio

Feb 11

Scripty in archivio

Oggi per voi, una nuova storia di Scripty Manent, l’avventurosa studiosa della scrittura. Certo che, in nome della conoscenza, a volte si intraprendono imprese assai particolari…!

 

Finalmente trovò l’entrata alla biblioteca che le era stata segnalata. Quella porticina era quasi invisibile dalla strada, e sì che si trovava su uno dei percorsi che faceva quotidianamente. Ma, ahimè, è noto che alle biblioteche in tanti non fanno caso.

Era intitolata a ‘G.H. Ost’, con una precisazione particolare, ‘Collezionista occulto e accorto’. “Chi sarà mai? Che strani nomi hanno a volte i collezionisti di libri!” pensò senza badarci troppo.

Read More

Ma chi l’ha vista, Scripty Manent?

Mar 18

Ma chi l’ha vista, Scripty Manent?

L’altro giorno per strada mi hanno chiesto, a bruciapelo: “Ma com’è fatta Scripty?”. Ed è stato così che mi sono resa conto che non ho mai descritto l’aspetto di Scripty. Ho cercato di compiacere una certa sua naturale ritrosia, ma credo che sia venuto il momento di raccontarla, così com’è…

Scripty ha i capelli rossi, mossi, più precisamente in disordine, oserei definirli selvaggi. Non sono lunghi ma nemmeno cortissimi: una lunghezza giusta per portarli in giro dignitosamente senza controllo.

Read More

C’è posta per Scripty

Mar 27

C’è posta per Scripty

Ecco di nuovo a voi Scripty Manent, l’avventurosa studiosa della scrittura, che conscia della nostalgia di lei che tutti abbiamo avuto (…), ci manda una simpatica lettera ricevuta recentemente.

 

Gentile Scripty,

con questa mia vengo a disturbarla, in seguito al fatto che il mio propronipote è a scuola con suo figlio e mi ha raccontato della sua passione per la scrittura della gente.

Ma lo sa che conservo decine, centinaia di quaderni pieni zeppi di canzoni? Perché io ho scritto canzoni per tutta la vita e soprattutto, non ho fatto altro che cantare. Ma lo sa quando sono nato io? Il 1 gennaio del 1900! Ma sono ancora arzillo, eh!?

Read More