Carte in mano. Si comincia!

Mar 06

Carte in mano. Si comincia!

Ecco che da oggi prende avvio la rubrica ‘Carte in mano’, a scadenza quindicinale, così intitolata perché al centro dell’attenzione saranno soprattutto i professionisti dei beni librari e archivistici nelle loro poliedriche e polivalenti ‘apparizioni’ nel contesto culturale, economico, fiscale ecc. Ma le carte sono anche quelle che gli stessi professionisti hanno in mano e che devono giocare per avere spazio, riconoscimenti e possibilità per condividere la propria esperienza e conoscenza.

Chi segue questo blog, conosce già la mia attività. In tanti anni di lavoro e di ‘girovagare’ per archivi, biblioteche e musei, italiani e stranieri, ho incontrato personaggi di grande valore, e altri di dubbia passione, e ho avuto un’idea dei multiformi ingegni che lavorano in questo ambito, liberi professionisti, dipendenti e volontari.

Da tempo immagino un non-luogo quale è il web per presentare il lavoro, o i lavori, di questi professionisti e dopo vari, inutili tentativi di ottenere spazi più prestigiosi, ho pensato di poter essere io a ospitare questa rubrica.

Il mio blog non è prestigioso, ma è di certo consapevole e accogliente.

L’idea è di proporre un ciclo di interviste rivolte a persone che, con professionalità ed esperienze diverse, lavorano con i libri, i documenti e nei luoghi che li custodiscono e che, soprattutto, di questo vogliono parlare. Le loro storie aiuteranno a conoscere più a fondo un mondo cui molti sono indifferenti, che altri guardano con sospetto, per paura di noia, e perfino per timore di conoscenza, nella antica e ipocrita antinomia di pratico e teorico.

Sono, invece, in grado di rassicurare i lettori di ‘Carte in mano’ . Scopriranno ricchezze e potenzialità che davvero potrebbero rendere charlie brown_archivimigliore la nostra esistenza e acquisiranno anche alcune informazioni che – nella vita non si sa mai – potrebbero sempre servire.

Non potrò certo dare voce a tutte le professionalità e le personalità che operano in Italia, e dunque mi auguro che questa rubrica sia anche l’occasione per scambi di opinioni e di idee per i colleghi, per rilanciare iniziative ma soprattutto per far conoscere il ‘nostro’ mondo.

Il primo appuntamento sarà il 20 marzo con Antonella Agnoli.

 

Rispondi